Formazione continuaLifelong Learning

Organizzazione e gestione delle Case della Comunità nell'ambito del riordino della sanità territoriale

I edizione
Tipologia:
Corsi di perfezionamento
Area tematica:
Legislazione e diritto
Settore professionale:
Sanità

Luogo:
In presenza e online

Da: 15/10/2021
A: 25/03/2022

Scadenza iscrizioni: 30/09/2021

Il corso intende offrire un'opportunità di formazione, aggiornamento e approfondimento sul quadro normativo e sui processi di attuazione del PNRR relativi alle Case della comunità, quali luoghi di accoglienza e di cura chiamati a esprimere una concezione avanzata dell'integrazione sociosanitaria e la sua coerente realizzazione nel riordino della sanità territoriale.

Programmare, organizzare e gestire tali strutture, presso le quali collaboreranno i professionisti dell'assistenza primaria, della polispecialistica ambulatoriale, dei servizi sociali, in sinergia con il Terzo Settore, richiede, da parte delle figure dirigenziali che ne assumeranno la responsabilità, di conoscere in profondità l'evoluzione dei servizi sanitari territoriali, ivi comprese le esperienze considerate deludenti o incompiute, e di acquisire strumenti operativi efficaci per mettere in campo le necessarie innovazioni della relazione di cura che questo modello organizzativo reca con sé.

E' stato richiesto l'accreditamento presso "PoliS Lombardia – Accademia di formazione per il servizio sociosanitario" ai fini della formazione continua dei dirigenti appartenenti alle direzioni strategiche delle aziende del Servizio sanitario regionale.

Esplora la DIGITAL BROCHURE e segui l'intervista di Margherita De Bac, Corriere della Sera, al prof. Renato Balduzzi, Ordinario di Diritto costituzionale: "Le Case della Comunità: un'opportunità da non perdere"

Scarica il programma Richiedi informazioni

Destinatari

Il corso si rivolge a direttori di distretto e direttori sanitari di aziende sanitarie territoriali, direttori sociosanitari, direttori socioassistenziali. Il corso è destinato altresì agli attuali responsabili delle Case della salute o di analoghe strutture territoriali pubbliche e private, nonché a coloro che, per il proprio profilo professionale, potranno assumere in futuro ruoli di responsabilità nelle Case della comunità.

Il corso è a numero chiuso (30 persone).

Vantaggi

  • Un programma formativo interdisciplinare, modellato sulle esigenze specifiche che i partecipanti al corso incontreranno nell'affrontare la sfida delle Case della comunità.
  • Un corpo docente altamente qualificato, composto da professori e ricercatori universitari che conoscono a fondo la sanità italiana, da dirigenti apicali del settore sanitario e sociale in prima linea nei rispettivi contesti professionali, nonché da testimoni privilegiati con una lunga esperienza sul campo.
  • Un metodo di lavoro che combina i momenti di approfondimento teorico con un approccio problem-based e di formazione-ricerca, che consenta il confronto sugli scenari esistenti e lo sviluppo di competenze immediatamente spendibili nei processi di riforma in atto.
Le Case della comunità rappresentano un'opportunità da non perdere. Con esse il Piano nazionale di ripresa e resilienza offre al Servizio sanitario nazionale l'occasione di fare un salto in avanti nell'integrazione tra sanità e sociale e nella conseguente riorganizzazione dei servizi territoriali, rimediando a carenze che il sistema fatica da tempo ad affrontare e la pandemia ha drammaticamente evidenziato. Con questo corso, l'Università Cattolica si inserisce tempestivamente nel processo di cambiamento in atto e intende contribuirvi con un percorso che non è solo di formazione, ma anche di ricerca dei migliori modelli organizzativi e operativi

Obiettivi

L'obiettivo è la formazione di figure professionali in grado di maturare una visione comune del futuro della sanità territoriale e dell'integrazione sociosanitaria, offrendo loro un bagaglio di competenze interdisciplinari per l'organizzazione e la gestione delle Case della comunità, che permetta ai partecipanti al corso sia di recepire i processi di riforma in atto, sia di concorrere a guidarne la realizzazione nel concreto dei diversi contesti regionali.

Programma

Il corso inizierà il 15 ottobre 2021 e terminerà il 25 marzo 2022. Esso prevede, di norma, un incontro di 4 ore ogni settimana, collocato il venerdì pomeriggio.

Il corso si articola in 80 ore di formazione, con lezioni frontali e laboratori condotti secondo le tecniche del Problem based learning (PBL). La didattica verrà erogata a distanza e con modalità sincrona (5 moduli tematici), fatta eccezione per 3 workshop organizzati in presenza.

  1. Workshop introduttivo - La sfida delle Case della comunità nel riordino della sanità territoriale
  2. Modulo A - Integrare sanità e assistenza sociale: premesse culturali e quadro costituzionale
  3. Modulo B - La disciplina dell'integrazione sociosanitaria e l'orizzonte delle Case della comunità
  4. Modulo C - Le Case della comunità nella rete dei servizi territoriali e nelle quattro dimensioni dell'integrazione sociosanitaria
  5. Workshop intermedio - La Casa della comunità come luogo di sperimentazione: esperienze e progetti
  6. Modulo D - Proattività e multidisciplinarità nell'organizzazione della struttura e nell'organizzazione del lavoro
  7. Modulo E - Modulo E - Epidemiologia di comunità, assistenza di prossimità e relazione di cura: metodi e strumenti di lavoro
  8. Workshop finale - Discussione dei project work

Faculty

Iscrizioni

Per partecipare occorre inoltrare la domanda di ammissione via email a claudia.martin@unicatt.it, allegando un curriculum vitae e professionale aggiornato.

Le iscrizioni resteranno aperte dal 1° al 30 settembre 2021.

L'ammissione avverrà, previa verifica della corrispondenza dei curricula ai destinatari e agli obiettivi del corso, secondo l'ordine delle domande pervenute e verrà comunicata agli interessati entro dieci giorni dall'inoltro.

I candidati ammessi potranno formalizzare l'iscrizione e il pagamento della quota di partecipazione (a mezzo carta di credito online oppure bonifico bancario) al link che verrà loro inviato.


1500.00 Euro esente IVA - Quota intera

Note

Per ottenere l'attestato finale, la frequenza è obbligatoria almeno per l'80% delle ore totali ed è necessario aver ottenuto una valutazione di adeguatezza dell'elaborato finale, consistente in un project work che verrà discusso a conclusione del percorso.

Info e Contatti

Contattaci per ulteriori informazioni:
Formazione permanente, Via Carducci 28/30, Milano - E-mail: claudia.martin@unicatt.it - Tel. 0272345716